Indennita’ di € 600 per cococo, lavoratori autonomi e lavoratori stagionali: le richieste telematiche col pin INPS

Studio Buscema e Associati - Catanzaro - News - Indennita’ di € 600 per cococo, lavoratori autonomi e lavoratori stagionali: le richieste telematiche col pin INPS

Gentili Clienti,

vi abbiamo già informato il 18 marzo scorso che tra le novità del D.L. n. 18/2020 – cd. Cura Italia, èstata prevista un’indennità da erogare “una tantum” per il mese di marzo pari a € 600 spettante ad alcuni lavoratori autonomi e lavoratori stagionali.

L’indennità spetta a:

Soggetti Requisiti
professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa liberi professionisti titolari di partita iva attiva alla data del 23 febbraio 2020 e ai lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi alla medesima data, iscritti alla Gestione separata INPS, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie
lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell’Ago (artigiani, commercianti, IAP, Coltivatori diretti) lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Ago INPS, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie
lavoratori stagionali lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 ed il 17 marzo 2020, non titolari di pensione e non titolari di rapporto di lavoro dipendente al17 marzo 2020
lavoratori del settore agricolo operai agricoli a tempo determinato, non titolari di pensione, che nel 2019 abbiano effettuato almeno 50 giornate effettive di attività di lavoro agricolo
collaboratori sportivi

 

collaboratori presso società e associazioni sportive dilettantistiche, di cui all’art. 67, comma 1, lettera m), del TUIR, già in essere alla data del 23 febbraio 2020

L’INPS ha fornito alcune indicazioni con i messaggi n. 1288 del 20 marzo 2020

Il messaggio potrete leggerlo utilizzando il seguente link:https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201288%20del%2020-03-2020.htm

Al momento non sono state pubblicate le domande e le relative note esplicative, tuttavia dalla lettura del decreto e dei messaggi pubblicati dall’INPS riteniamo utile informare che:

  1. I modelli e le istruzioni per la richiesta dovrebbero essere resi disponibili nei prossimi giorni;
  2. è stato smentito l’utilizzo del cd. click day;
  3. per poter effettuare la richiesta occorrerà registrarsi sul sito dell’INPS ed ottenere il PIN. Nei prossimi giorni, dovrebbe essere avviata anche una procedura semplificata di rilascio PIN in cui verranno richiesti i propri dati ed il numero del cellulare. Una volta completata la procedura, l’ente invierà le password sul numero di telefono inserito;
  4. una volta ottenute le credenziali e resi disponibili i modelli, potrà essere predisposto ed inviata telematicamente la domanda.

I clienti potranno pertanto procedere direttamente utilizzando le proprie credenziali.

Qualora fosse necessaria assistenza di studio, vi invitiamo ad inviare una mail.

Per la richiesta di pin, potete utilizzare il seguente link:https://serviziweb2.inps.it/RichiestaPin/jsp/menu.jsp

L’INPS con il Messaggio INPS n. 1381 diffuso ieri pomeriggio, ha fornito alcune indicazioni su interventi di semplificazione per l’accesso ai servizi web e per l’attribuzione dei PIN.

Il messaggio potrete leggerlo utilizzando il seguente link: https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201381%20del%2026-03-2020.htm

Aggiornamenti potrete riceverli costantemente anche attraverso la nostra pagina facebook.

Studio Buscema e Associati.