F24, cambiano le regole: compensazione dei crediti solo tramite i servizi dell’Agenzia delle Entrate

Studio Buscema e Associati - Catanzaro - News - F24, cambiano le regole: compensazione dei crediti solo tramite i servizi dell’Agenzia delle Entrate

Gentili Clienti, l’articolo 3, del D.L. n. 124/2019, convertito, con modificazioni, dalla legge  dicembre n. 157/2019 – Collegato alla Legge di Bilancio 2020, modifica le procedure da seguire per la presentazione dei modelli F24 (deleghe di pagamento di imposte e contributi) che contengono crediti da utilizzare in compensazione.

In sintesi: in caso di crediti,occorre necessariamente utilizzare, direttamente o indirettamente, i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

A chiarimento delle novità, con la Risoluzione n. 110/E del 31 dicembre 2019 l’Agenzia delle Entrate ha confermato che le nuove regole debbono essere obbligatoriamente adottate  anche per l’utilizzo dei crediti maturati in qualità di sostituti d’imposta (es. Bonus 80 Euro, 730) e per le compensazioni effettuate dai soggetti non titolari di partita IVA.

La finalità che ha portato il legislatore a modificare le regole deriva dalle frequenti indebite compensazioni riscontrate nei controlli,  ma le ricadute sugli interessati sono rilevanti.

Infatti, tale novità impatterà certamente sull’organizzazione dei contribuenti in quanto (in caso di crediti da compensare) non potranno più essere utilizzati i canali telematici messi a disposizione da banche e Poste(cd. home banking).

Inoltre, anche i non titolari di partita IVA, non potranno più effettuare le operazioni presso gli sportelli bancari e postali.

Riepilogando, la presentazione dei modelli F24 in cui sono presenti crediti in compensazione dovrà avvenire esclusivamente:

1)      Utilizzando i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (“F24 web”o “F24 online);

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/schede/pagamenti/f24/compilazione-invio-f24-via-web

2)      Avvalendosi degli intermediari abilitati dall’Agenzia delle Entrate.

Al fine di agevolare l’adempimento, che verosimilmente riguarderà una larga parte dei clienti, lo Studio fornirà ogni indicazione utile per agevolare l’utilizzo dei servizi dell’Agenzia delle Entrate.

Ciò consentirà di evitare ogni aggravio di spesa in quanto l’operazione potrà essere effettuata direttamente dal cliente.

Nel caso invece si volessero utilizzare i servizi di Studio in qualità di intermediario abilitato dall’Agenzia delle Entrate, occorrerecarsi in ufficio per gli adempimenti propedeutici necessari e per informazioni sulle condizioni ed i costi del servizio.

Cordiali saluti.

Studio Buscema e Associati.